L’assistenza sanitaria in Thailandia generalmente ha una buona qualità specialmente a Bangkok e nelle zono turistiche più frequentate tuttavia per ricevere trattamenti e cure eccellenti ci si deve rivolgere a strutte ospedaliere private.

L’infrastruttura del sistema sanitario in Thailandia è composta da: servizi sanitari governativi, organizzazioni non profit (ONG) e il settore medico privato.

Nella maggior parte dei casi nelle province troverai sempre cliniche/ospedali privati e nella maggior parte dei casi anche ospedali governativi specialmente nelle zone turistiche, (vedi Bangkok, Phuket, Pattaya etc.) le cose cambiano fuori dalle zone più popolate dove le strutture scarseggiano, specialmente quelle private per ovvie ragioni e gli ospedali governativi sono meno efficienti sia in fatto di attrezzature che di medici.

I thailandesi contribuiscono alla copertura sanitaria pubblica secondo il tipo di lavoro che svolgono. Esistono 4 coperture diverse: una per i dipendenti pubblici, una per i dipendenti, una per le persone più svantaggiate e un’altra per coloro che non soddisfano nessuno dei criteri sopra elencati, come ed esempio i lavoratori autonomi, in questo caso il contributo è chiamato “volontario”.

Questa copertura sanitaria che è “pubblica” non copre le principali condizioni mediche, tra cui l’ospedalizzazione, motivo per cui si raccomanda vivamente di integrare questa copertura con un’assicurazione privata.

La copertura sanitaria pubblica può essere usufruita anche da stranieri ma solamente se assunti come dipendenti e con un contratto di lavoro locale e che si rivolgano solo presso strutture pubbliche.

Assistenza sanitaria pubblica in Thailandia:

In Thailandia l’assistenza sanitaria è finanziata dal governo, (tramite le tasse pagate dai thailandesi come descritto soprea) precisamente dal Dipartimento dei servizi medici del Ministero della sanità pubblica. Il Ministero è responsabile dei servizi di sanità pubblica, degli ospedali governativi e dei servizi medici.

Le strutture sanitarie pubbliche in Thailandia nell’anno 2010 arrivavano a più di 1.000 ospedali offrendo buoni servizi medici ma sempre molto affollati con code molto lunghe e ore di attesa.

Sicuramente gli ospedali pubblici non sono alla stessa altezza degli ospedali privati in Thailandia, specialmente quando si parla di macchinari all’avanguardia e specifici per ogni emergenza ma sono completamente gratuiti per i thailandesi che sono in possesso della copertura sanitaria universale emessa dall’ufficio nazionale di sicurezza sanitaria.

È possibile per uno straniero usufruire dei servizi delle strutture pubbliche a tariffe normali che saranno ovviamente più vantaggiose rispetto ad ospedali privati o cliniche private.

Il sistema di copertura sanitaria universale è stato introdotto nel 2002 ed ha portato la Thailandia all’avanguardia nel mondo in ambito medico sanitario e viene fornita attraverso tre programmi: il sistema di assistenza pubblica per i dipendenti pubblici e le loro famiglie, la sicurezza sociale per i dipendenti privati.

Il sistema di copertura universale (UCS, noto anche come schema di 30-Baht S) copre attualmente circa il 75% (circa 47 milioni di persone) dell’intera popolazione e rappresenta circa il 17% della spesa sanitaria totale del paese, successivamente integrato con il CSMBS (9%), l’SSS (16%) per un totale di tre programmi.

Per maggiori dettagli vedi wikipedia per l’assistenza sanitaria in Thailandia.

Assistenza sanitaria privata in Thailandia:

Gli ospedali privati ​​della Thailandia offrono cure di livello mondiale, Bangkok è la patria di uno dei 10 migliori ospedali del mondo il Bumrungrad International.

La maggior parte degli ospedali privati in Thailandia ha strutture mediche e personale eccellenti.

Non è un caso che la qualità delle cure e dei trattamenti con costi convenienti rispetto a quelli occidentali hanno portato la Thailandia ed essere una delle migliori destinazioni del turismo medico al mondo per operazioni come la chirurgia estetica, la chirurgia oculare e le cure dentistiche.

Molti ospedali privati ​​impiegano personale medico che ha studiato nelle migliori università occidentali, il che significa che i medici che oltre ad avere standard di cure occidentali non si avranno problemi ad avere medici che parlano un corretto inglese.

Ricordati che per le cliniche ed ospedali privati la parola “gratuito” non esiste, per queste strutture se hai un’assicurazione medica(link) sei una persona gradita altrimenti non ti cureranno nemmeno una sbucciatura ad un ginocchio.

Stessa cosa per un ospedale pubblico, alla fine ci sarà sempre da pagare per la prestazione medica ma la mentalità è diversa, la maggior parte dei medici che ci lavora crede ancora che aiutare il prossimo valga la scelta di prendere una stipendio di molto inferiore che lavorare in strutture private.

A volte entrando in cliniche e ospedali privati sembra di ritrovarsi all’interno di un Hotel super lusso invece che in una struttura medica.

Mi raccomando, se stai per viaggiare in Thailandia non dimenticare di garantirti una felice permanenza con un’assicurazione di viaggio.