Assicurazione viaggio per la Thailandia ?

Vediamo a confronto quale sia la migliore assicurazione di viaggio per la Thailandia per poter richiedere un preventivo e non ritrovarsi all’estero senza assistenza medica e rischiare un costo di cure mediche esorbitante.



Assicurazione viaggio Thailandia




È arrivato il giorno che tanto desideravi, sei pronto per il tuo viaggio in Thailandia e stai cercando di capire come funzioni l’assistenza sanitaria in questo paese tanto lontano quanto bellissimo, se sei arrivato in questo sito vuol dire che sei già a buon punto perché stai cercando di informarti e di capire se ti serva un’assicurazione viaggio per la Thailandia, non ti preoccupare, qui ti fornisco tutte le informazioni e i migliori consigli utili riguardo sanità e assicurazioni viaggi.

Anche se ti sembrerà una cosa abbastanza normale avere un’assicurazione di viaggio, ci sono ancora moltissime persone che partono senza averne acquistato una, si parte per le vacanze tanto desiderate attese per molti mesi, magari anche sapendo che sarebbe una buona idea avere un’assicurazione sanitaria, ma pensi sempre che tanto saranno solo 15 giorni, che di sicuro a te non capiterà niente perché starai attento ed invece è proprio quella volta che…!

Pensaci bene, vale la pena rovinarsi la vacanza, magari anche la vita, per risparmiare qualche decina di euro e viaggiare senza assicurazione?

È obbligatoria l’assicurazione di viaggio per la Thailandia ? No, non è obbligatoria, ma avere una polizza assicurativa per coprire eventuali problematiche di infortunio e spese mediche che in Thailandia non sono gratuite è fondamentale e fortemente consigliata…

…fidati, in 10 anni di vita vissuta in Thailandia ne ho viste di tutti i colori e il problema in tutte le persone che si sono trovate in gravi difficoltà era sempre e solo uno, trovare i soldi per pagarsi le cure mediche perché non c’era una copertura assicurativa !

Puntualmente li ritrovavi su Facebook e su qualche sito di raccolta fondi per riuscire a trovare i soldi per pagare le spese mediche ed a volte i soldi sono arrivati troppo tardi…!

Ho pensato di inserire una pagina dove riportare tutti i casi di persone che hanno avuto dei gravi problemi essendosi ritrovati senza assicurazione viaggio in Thailandia, pagina tanta criticata da molti ma serve per rendere bene l’idea a persone che pensano certe cose non possano capitare !

Mi contattano molte persone chiedendo dei consigli per sapere quale sia la migliore assicurazione viaggio, tutte con le proprie esigenze, ma le maggiori richieste riguardano problematiche per assicurazioni che coprono periodi troppo brevi, alcune solo fino a 31 giorni, oppure pensionati che lamentano i limiti di età assicurabili e il massimo di giorni consecutivi.

Altro punto su cui arrivano molte domande per chi passa le vacanze in Thailandia è per l’assicurazione scooter a noleggio, chiedono se la guida di uno scooter può essere coperta dall’assicurazione di viaggio ed eventuali limitazioni di cilindrata.

Un’altra domanda che mi viene posta (domande reali credimi) è se la tessera sanitaria europea di assicurazione malattia sia valida anche in Thailandia ?! La risposta è NO ! La Thailandia non è una nazione europea, inoltre Italia e Thailandia non hanno nessun accordo bilaterale per l’assistenza medica sanitaria, quindi ti attacchi… al tram!

Perché mi serve un’assicurazione medica in Thailandia ?

Partiamo da un fatto incontrovertibile, l’assistenza medica in Thailandia è a pagamento, che poi ci siano ospedali statali e ospedali privati che offrano cure mediche con dei costi un po’ più bassi per gli ospedali statali è un’altro discorso.

Quindi ricordati che in ogni caso se non hai una copertura sanitaria dovrai pagare di tasca tua.

Fortunatamente la concorrenza fra ospedali privati e le cliniche esiste, quindi secondo quale ospedale o clinica ci si rivolge i prezzi variano, a volte anche di molto.

In Thailandia esistono degli ospedali statali dove ti possono prestare cure mediche ed i livelli di competenze sono anche abbastanza buoni con dei costi accessibili, a parte i tempi di attesa, il problema arriva quando si avranno necessità particolari che questi ospedali non sono in grado di affrontare.

Quali sono queste “necessità particolari” ? beh ad esempio delle operazioni chirurgiche complesse oppure dei macchinari speciali necessari per salvarti la vita, oppure trovare un medico specializzato solo per quel specifico intervento, ecco che allora è necessario per forza di cose trasferire il paziente in ospedali di alto livello e questo vuol dire solo in ospedali privati che accettano esclusivamente persone che abbiano una polizza sanitaria che copra spese mediche e ospedaliere.

Alcuni esempi di costi sanitari in Thailandia ?

  1. Il solo costo giornaliero di una stanza in media è di 200/300 euro al giorno, escluso cure mediche e spese ospedaliere.
  2. All’ospedale Bumrungrad, uno dei migliori ospedali, un intervento di cardiochirurgia costa 18 mila Euro, con un massimo degenza di 7 giorni !
  3. Un esame Angiogramma sempre al Bumrungrad costa 1.600 Euro per 1 singolo giorno di degenza.
  4. Un intervento di Appendicectomia laparoscopica al Bangkok hospital costa 5 mila euro con 2 giorni massimi di degenza.

Esistono anche delle assicurazioni viaggi con delle coperture “senza tante pretese”, (vedi la AXA con massimali di 100 mila euro) non sarà la migliore assicurazione in confronto ad altre ma offre prezzi alla portata di tutti e se ti capita qualcosa di banale che richiede anche un minimo ricovero in ospedale almeno avrai una copertura assicurativa, quindi non trovare scuse per risparmiare 4 soldi !


Quando comprare l’assicurazione di viaggio ?

Tutte le assicurazioni viaggi italiane assicurano SOLO se il viaggio deve ancora iniziare, quindi non puoi acquistare un’assicurazione viaggio dall’estero, le 2 migliori compagnie che permettono di assicurarsi dall’estero sono la Worldnomads e la Globelink.

Attento a questo punto perché ho conosciuto molti italiani che acquistavano l’assicurazione di viaggio quando erano già in Thailandia, facevano un po’ i furbi, al momento dell’acquisto online scrivendo che il viaggio sarebbe iniziato il giorno X quando invece erano già in Thailandia da qualche mese, beh questo non si può fare… e stai tranquillo che quando capiti in ospedale gli bastano giusto due controlli per capirlo.

Allora quando comprare l’assicurazione di viaggio ? Prima della partenza, con data dal giorno in cui inizia il viaggio, ovvero il giorno della partenza del volo fino alla data del giorno di ritorno in Italia.

Ci sono alcune assicurazioni che permettono di acquistare una polizza sempre con inizio il giorno della partenza del volo ma con fine prima della scadenza del viaggio, quindi non essendo ancora rientrati in Italia, ad esempio se dovrai soggiornare all’estero per 2 mesi con alcune compagnie di assicurazioni potrai assicurare anche solo il primo mese.

Ci sono invece altre compagnie che al momento di richiedere un preventivo online gratuito per acquistare un’assicurazione di viaggio non segnalano che è possibile farlo solo entro 30 giorni prima della partenza, quindi informati bene e sopratutto fallo tramite email cosi resterà scritto da qualche parte le loro affermazioni.

 

Assicurazione viaggi lunghi:

Se la tua necessità è di restare all’estero per lunghi periodi dovrai informarti su quali assicurazioni viaggi coprano lunghi periodi di soggiorno.

In questo caso dipende molto anche lo scopo del tuo viaggio, si possono trovare pacchetti assicurativi per diverse tipologie di viaggio ad esempio per vacanza, studio, lavoro, annuale multiviaggio, studenti, etc.

Ci sono assicurazioni che in caso di viaggio vacanza assicurano solo per 31 giorni, altre arrivano a 90 giorni, altre a 100 giorni, mentre ce ne sono alcune che non hanno questi limiti ed è possibile scegliere una copertura assicurativa anche fino a 365 giorni consecutivi.

Vedi la Columbus assicurazione che permette anche un massimo di 365 giorni consecutivi assicurabili, cosi anche la Holins e ViaggiSicuri.

Attento perché a seconda della tipologia di viaggio le condizioni di polizza cambiano e di molto e per piacere non fare il furbo, le assicurazioni non sono li ad aspettare di farsi fregare dal primo che passa…!

 

Assicurazione viaggio e limiti età:

Se sei una persona sopra una certa età/pensionato avrai notato che molto assicurazioni pongono dei limiti di età assicurabili (ovviamente), ce ne sono alcune che arrivano “solo” fino a 65 anni, altre al massimo a 75 anni, l’assicurazione Holins arriva oltre 84 anni ma i prezzi sono proibitivi…

…nella maggior parte dei casi assicurano al massimo per un periodo di viaggio di 31 giorni alcune si spingono fino a 60 giorni, ma fortunatamente si possono trovare assicurazioni di viaggio estere che arrivano ad assicurare persone di età massima 89 anni anche per periodi di 90 giorni (3 mesi) consecutivi.

Vedi la Globelink assicurazione che assicura per 6 mesi consecutivi (180 giorni) anche persone con limite età 79 anni, 3 mesi consecutivi (90 giorni) con limite età fino a 89 anni, addirittura questa assicurazione copre malattie preesistenti.

 

Cosa valutare in una polizza viaggio ?

Non poteva mancare i consigli per leggere sempre le condizioni di polizza, lo so che è una gran rottura di palle, ma ti eviterà dei seri grattacapi in caso dovessi utilizzare l’assicurazione e ti permetterà di capire meglio quale scegliere secondo le tue necessità.

1) La prima cosa da valutare sono il massimale di copertura, che per la Thailandia si consigliano almeno 200 mila euro.

2) La seconda cosa da verificare è il pagamento diretto delle spese mediche, attenzione alla clausola del pagamento diretto solo in caso di ricovero.

3) Il rimpatrio sanitario, possibilmente senza limiti/massimali.

4) Prestare attenzione ad alcune assicurazioni che limitano il tempo massimo dei giorni complessivi di degenza ospedaliera.

5) Occhio alla franchigia che può arrivare anche fino a 250 euro.

6) Se avete intenzione di noleggiare uno scooter verificare che non siano presenti esclusioni per questo tipo di veicoli e/o cilindrata massima.

7) Occhio alle condizioni per le malattie preesistenti, che per quanto mi riguarda conosco solo un’assicurazione viaggio online che fornisce questa copertura, la Globelink.

8) In caso dobbiate porre delle domande su chiarimenti importanti delle condizioni di polizza alla compagnia di assicurazione scelta vi consiglio sempre e ripeto SEMPRE di farlo in forma scritta tramite EMAIL e di salvare le email scambiate.

 

Negli ospedali thailandesi riuscirò a comunicare ?

Molto spesso alcune persone sono preoccupate di non riuscire a farsi capire del personale medico che magari non parla un buon inglese oppure viceversa sei tu che non sai parlare molto bene la lingua inglese e questo è un fattore molto importante…

…questo problema lo si riscontra negli ospedali thailandesi statali dove a volte capita di trovarsi a parlare con del personale non proprio ferrato in lingua inglese, il contrario invece negli ospedali privati o nelle cliniche private dove i livelli di inglese sono ottimi e non esiste alcun problema di comunicazione.

Ricorda che negli ospedali privati si può richiedere un interprete in lingua italiano, completamente gratis, cosa non di poco conto !

Senza contare che gli ospedali privati sono dei veri e propri hotel a 5 stelle.

Più che negli ospedali thailandesi mi preoccuperei, se non sapessi parlare un buon inglese, di evitare la scelta di assicurazione estere per non avere problemi in caso di bisogno con un numero di emergenza con operatori solo in lingua inglese.

 

Esistono assicurazioni viaggi migliori di altre ?

Allora, diciamo che in generale un’assicurazione viaggio migliore di altre per essere considerata tale dovrebbe fornire coperture migliori di altre assicurazioni ad un prezzo se non più basso almeno alla pari ma questo succede di rado e questo l’ho “scoperto” in un modo abbastanza semplice chiedendo ai vari interpreti italiani che ho conosciuto in questi anni nei vari ospedali thailandesi, un buon “trucco” per sapere come stanno realmente le cose.

La prima cosa che gli ho chiesto quando li ho conosciuti perché ho avuto bisogno di loro in ospedale è stata la domanda da 1 milione di dollari: secondo te qual è la migliore assicurazione per non prenderla in quel posto ?

La risposta è stata letteralmente: “ti consiglio quelle che paghi di più con i nomi più blasonati perché forniscono più garanzie, sono più disponibili verso il cliente e sopratutto creano meno problemi quando si tratta di pagare”.

La mia risposta: grazie questo lo immaginavo anche io però a me interessa spendere poco e avere il servizio migliore !

La risposta sua ? Non esiste, se paghi meno hai meno eccetto qualche raro caso promozionale, io ti consiglio la Allianz, è una compagnia internazionale con una copertura qui in Thailandia capillare e con loro non abbiamo mai grossi problemi e differenza di molte altre.

Quindi diciamo che in generale le compagnie di assicurazione che offrono più garanzie e si fanno pagare ovviamente possono essere considerate assicurazioni migliori di altre ma questo dovuto anche dal fatto che facendosi pagare bene sono molto più propense a trattare bene il cliente in confronto ad altre compagnie che pur fornendo le stesse garanzie con un minor costo al momento del bisogno sono molto meno propense a sbattersi per fornirti un reale aiuto e trovano sempre qualche scusa per non tirar fuori gli Euro!

Comunque le compagnie di assicurazione che ho elencato in questo sito sono tutte ottimee le più conosciute, sempre da valutare attentamente oltre al costo sono le varie garanzie incluse in polizza che variano di compagnia in compagnia anche a parità di prezzo ed o vviamente scegli anche a seconda delle tue necessità.

Buona Thailandia a tutti.